L’utilizzo dei dispositivi a LED offre vantaggi in termini funzionali ed economici.

L’utilizzo delle tecnologie a LED, secondo una ricerca della piattaforma Photonics21, può elevare il potenziale risparmio energetico fino al 50 per cento e, se abbinate a sistemi intelligenti di gestione dell’illuminazione, fino al 70 per cento rispetto ai consumi odierni.

Il vantaggio economico è dato dalla consistente efficienza luminosa dei dispositivi a LED. A parità di flusso luminoso e di ciclo di vita utile, il rapporto tra lumem/watt consente di ottenere un minor fabbisogno di energia e, di conseguenza, una riduzione dei consumi e dei costi energetici.

In questo modo, si garantisce, oltre al risparmio energetico, anche una migliore visibilità dell’ambiente di lavoro che risponde efficacemente ai criteri di sicurezza, salute e operatività di coloro che occupano gli ambienti dedicati alla produzione.

Ne conseguono vantaggi anche in termini di maggior produttività. La tecnologia a LED offre, inoltre, sistemi di connettività evoluti per la regolazione adattiva del flusso luminoso in base alle esigenze del contesto lavorativo. Un’illuminazione inadeguata può creare disturbi alla vista, senso di affaticamento e scarsa resa produttiva. Un ambiente lavorativo ottimale deve offrire la necessaria nitidezza visiva per svolgere in sicurezza e con precisione le proprie mansioni e al contempo non deve essere troppo brillante da provocare abbagliamenti o fastidi.

L’obiettivo è chiaro: l’adattabilità della visione al centro delle applicazioni di tutti gli ambiti (industriali, urbani, stradali). I vantaggi sono chiari: prestazioni e comfort visivo, sicurezza, concentrazione ed efficienza per i lavoratori di ogni area di produzione.

Le soluzioni illuminotecniche a LED sono capaci di garantire risparmio energetico assicurando anche una riduzione dei costi di manutenzione.

Il parametro della durata risulta un valore aggiunto nei dispositivi a LED. Il ciclo di vita utile dei dispositivi a LED è collegato alla durata del flusso luminoso, che non si esaurisce ma decade gradualmente. Solitamente, il fine del ciclo di vita corrisponde al raggiungimento del 70 per cento del flusso luminoso del dispositivo.

Questo comporta una riduzione delle attività di sostituzione dei dispositivi a LED con conseguente riduzione delle interruzioni dei processi produttivi per le attività di manutenzione.

I dispositivi con tecnologia a LED trovano impiego in un gran numero di applicazioni. Lo studio del contesto e della condizione dell’ambiente lavorativo diventa un fattore chiave nella scelta di utilizzare dispositivi a LED. Il vantaggio è nella tecnologia stessa: ovvero, il dispositivo a LED è capace di offrire presenza anche in ambienti difficili ad alta usura e temperatura. Ad esempio, nelle situazioni di elevato calore degli ambienti, un sistema di illuminazione efficiente a LED risulta essere particolarmente resistente alle alte temperature e per periodi prolungati. I fattori del flusso luminoso e della durata sono fortemente legati alla temperatura, infatti aumentano con il diminuire della stessa. Esistono versioni dei dispositivi a LED appositamente studiate per ambienti ad alta temperatura (HT) con un range di funzionamento che può raggiungere fino a 70°C. E, in ambienti che richiedono un alto grado di protezione si possono utilizzare dispositivi a LED con standard di protezione IP elevato.

Prodotti che ti potrebbero interessare
Atlas Potente, versatile, efficiente
Buran La migliore armatura stagna con tecnologia LED
Orbiter La migliore soluzione per un rapido payback